Mr. Pratiko

Categorie

Informazioni

Anticalcare magnetico? Ecco tutto quello che vi occorre sapere

Pubblicato il: 21/11/2017 18:34:04
Categorie: Bagno , Cucina , Idraulica

Anticalcare magnetico? Ecco tutto quello che vi occorre sapere

L'acqua che proviene dall'acquedotto pubblico è ricca di sali minerali. Di questi, alcuni non sono particolarmente graditi dalle condutture coinvolte nella trasmissione dell'acqua all'interno dei nostri rubinetti domestici. Uno dei problemi più comuni provocati da questi sali è quello del calcare. Si tratta di carbonato di calcio lasciato dall'acqua a depositarsi sui tubi, rubinetti e altri elettrodomestici, danneggiandone il funzionamento, otturando le condutture. Se non trattato, può diventare un problema particolarmente gravoso. Ecco perché, per contrastarne la formazione, sempre più persone si rivolgono a filtri anticalcare magnetici. Vediamo di che cosa si tratta.

Che cos'è l'anticalcare magnetico?

Per comprendere che cos'è e come funzioni l'anticalcare magnetico bisogna ritornare al concetto di calcite e aragonite. Questi due minerali sono presenti nell'acqua sotto forma di cristalli. La calcite ha un forte potere di compattezza e aggregazione, ed è all'origine della formazione del calcare. L'anticalcare magnetico è uno strumento che permette di trasformare la calcite in aragonite così da impedire che si creino particelle addensanti e che si formi calcare nelle tubazioni.

Come funziona l'anticalcare magnetico?

Come funziona l'anticalcare magnetico? Il suo uso è in realtà piuttosto semplice: un campo magnetico trasforma la calcite in aragonite, sostanza che non lascia alcuna patina bianca tipica del calcare. L'acqua non perde alcuna delle sue proprietà naturali. La calcite è un cristallo di carbonato di calcio che ha un fortissimo potere di aggregazione. Data la sua capacità compattante, il cristallo è all'origine delle incrostazioni, a differenza dell'aragonite, la quale non favorisce alcun deposito del minerale e non lascia né patine né aloni bianchi. Il magnete è un corpo che genera campo magnetico. In quanto tale, esso crea una forza, ed è esattamente questa forza che trasforma il calcio in aragonite.

Quali sono le principali tipologie di anticalcare?

Esistono diversi filtri calcare ideali per caldaie, bolier, scaldabagno, lavastoviglie, macchine per il caffè o per le tubature dell'abitazione. È importante scegliere il filtro anticalcare in base alla portata d'acqua dell'impianto e al diametro dei tubi nel quale verrà applicato.

Filtri anticalcare per uso domestico

I filtri anticalcare agiscono attraverso un trattamento di natura fisica, sfruttando le proprietà dei magneti e le loro capacità di sciogliere il calcare trasformandolo in aragonite. Nel caso del modello Triacal, il problema del calcare è già presto dimenticato. Di piccole dimensioni, Triacal necessita di uno spazio libero di 10 cm sulla lunghezza del tubo per essere montato. L'installazione può avvenire tanto su tubi in PVC, rame, flessibili e in acciaio. Non dovete rivolgervi a un idraulico specializzato per l'installazione, in quanto il kit viene venduto con annesso un foglietto illustrativo di facile comprensione. Non bisogna confondere i filtri magnetici con gli addolcitori. Questi ultimi utilizzano un processo chimico di microfiltrazione tale da modificare le proprietà dell'acqua, consumandone molta di più rispetto ai primi.

Filtro anticalcare per acqua potabile

I filtri per acqua potabile permettono di epurarla da ogni tipo di sostanza potenzialmente nociva per il nostro organismo. In altre parole, servono a rendere più pulita l'acqua che arriva dalle condutture al nostro rubinetto di casa. Attualmente esistono molti purificatori dell'acqua in grado di migliorare enormemente il livello di pulizia dell'acqua. Possiamo distinguere tra quattro tipologie di depurazione delle acque: addolcimento, carbone attivo, osmosi inversa, filtraggio fisico. Per l'uso specifico, distinguiamo:

- Filtri caraffa
- Filtri montati sul rubinetto
- Filtri da piano cucina
- Filtri sotto il lavandino
- Filtri per tutta la casa

Anticalcare magnetico: quali sono le opinioni in merito

Le opinioni in merito all'anticalcare magnetico sono divergenti. C'è chi sostiene che si tratti di un acquisto inutile e poco incisivo per l'eliminazione del calcare, e chi invece, dati alla mano, dimostra l'indubbia utilità di simili strumenti per risolvere definitivamente il problema. Nel caso di TRIACAL, il filtro previene i depositi del calcare, decomponendolo. Inoltre non modifica la struttura delle condutture d'acqua, non richiede nessuna manutenzione, fa aumentare la durata di vita degli elettrodomestici, rispetta l'ambiente, non causa alcuna perdita di pressione.

Quanto costa un anticalcare magnetico?

I prezzi di un anticalcare magnetico variano a seconda delle tipologie. Triacal, ad esempio, costa 400 euro, e il suo utilizzo può arrivare a far risparmiare fino a 1000 euro l'anno. Scegliete attentamente i filtri anticalcare, a seconda delle vostre specifiche esigenze.

Conclusioni

Combattere la formazione del calcare è fondamentale. Ecco perché uno strumento come l'anticalcare magnetico può rivelarsi di grande utilità per scongiurare il problema. Il processo in cui il calcare viene trasformato in aragonite è inoltre del tutto naturale, a differenza di quello che avviene utilizzando gli addolcitori.

Condividi questo contenuto

Iscriviti alla nostra
newsletter

Sarai sempre aggiornato in merito a tutte le novità di Mr. Pratiko, informazioni e consigli per la casa, offerte dedicate e iniziative.


Scopri come ottenere le nostre guide